Clicca qui per guardare nuovo il numero di Oplà

In Sicilia con Mamma e Papà

ITINERARI INEDITI PER GITE E PASSEGGIATE TRA NATURA, LEGGENDE E TANTA STORIA

Di: FEDERICA DOLCE

In un’estate diversa dove molti preferiranno rimanere nella nostra regione senza rinunciare alle vacanze, perchè non scoprire la nostra Isola: la SICILIA? Da sempre è un’oasi del Mediterraneo dove i tanti popoli che l’hanno regnata hanno lasciato tracce di sé.

Visitandola farete un viaggio nella storia e la sua naturale bellezza vi trasporterà in epoche differenti ed in luoghi incantati e sconosciuti.
Per chi vuole visitare posti nuovi, poco turistici, vi propongo alcune tappe che, a dispetto della poca fama, rappresentano storie antiche, tradizioni tramandate e meravigliosa natura.

GROTTA MANGIAPANE di CUSTONACI
A Custonaci è possibile vedere un insieme di casette ed abitazioni scavate nella roccia, costruite all’interno di una stretta cavità, abitata sin da epoche preistoriche. Disabitata da oltre un secolo, la Grotta Mangiapane è nota per alcune rappresentazioni che ogni anno vengono allestite nel vecchio borgo, come ad esempio il Presepe vivente.

IL GIARDINO INCANTATO di SCIACCA
E’ in assoluto uno dei luoghi più insoliti da non perdere visitando la Sicilia. Questo giardino, noto anche come giardino delle Teste, ospita alcune sculture molto misteriose ed affascinanti. Le statue sono a forma di teste e sono state realizzate dal contadino Filippo Bentivegna, che dopo aver battuto la testa decise di acquistare un terreno a Sciacca e di scolpire teste e volti sulle pietre di tufo dissotterrate.

IL TEATRO dei PUPI di CALTAGIRONE
A Caltagirone, in via dei Verdumai, si trova il Teatro Museo dei Pupi Siciliani. Nato dopo la prima Guerra Mondiale, il Teatro Stabile della Primaria Compagnia dell’Opera dei Pupi di Caltagirone deve il suo successo al suo fondatore e promulgatore Giovanni Russo. L’antico teatro venne restaurato nel 1978 ad opera del comune di Caltagirone ed oggi ospita una mostra permanente di Pupi Siciliani che sapranno apprezzare grandi e piccoli. L’Opera dei Pupi siciliana è stata inserita dall’UNESCO nell’Elenco dei Patrimoni orali ed immateriali dell’umanità.

AGRIMUSCO
In provincia di Messina, potrete visitare l’ altopiano dell’Agrimusco: è un complesso di megaliti dalle forme suggestive e curiose di animali ed esseri umani. C’è chi dice che siano stati scolpiti dall’azione naturale dei venti.

IPOGEI
Gli antichi cunicoli o gallerie sotterranee che si estendono sotto città come quelle di Siracusa e Agrigento,  avevano lo scopo di raccogliere le acque e venivano usati all’occorrenza come difesa militare. Oggi questi Ipogei, ritornano a nuova vita grazie all’interesse turistico.

FIUMARA D’ARTE
E’ un Museo all’aperto  costituito da 12 opere d’arte contemporanea, istallate lungo gli argini dell’antico fiume Tusa, tra le provincie di Palermo e Messina. E’ considerato uno dei parchi di sculture più grandi d’Europa ed è anche molto emozionante.

GROTTE PROTOSTORICHE
Immergiamoci nella storia e visitiamo gli antichi insiemi di roccia di epoca preistorica, dove le tracce del tempo sono ancora ben visibili. Le grotte che si sono conservate meglio nel tempo sono:
Grotte della Gurfa  a Alia, (Palermo).
Grotta del Principe  a Sant’Angelo Muxaro( Agrigento)

BOSCHI e NATURA (vicino Trapani)
Alcuni boschi e riserve naturali del territorio occidentale della Sicilia, più precisamente vicino Trapani, oltre al relax della natura, offrono divertimento alla portata di tutti, adulti e bambini. Questo è possibile grazie anche alla presenza di parchi avventura con percorsi per tutte le età e sentieri da poter percorrere a piedi o in bicicletta. Le attività si possono svolgere in autonomia o tramite escursione guidata in compagnia di guide ambientaliste locali professionali. Ecco un elenco di luoghi, immersi nella natura, da visitare:

  • Il Parco Avventura Finestrelle, situato all’interno del bosco Finistrelle, in località Santa Ninfa/Gibellina
  • La Riserva naturale Grotta di Santa Ninfa, che si trova vicino al parco Finestrelle. La riserva offre, tra le varie attività naturalistiche, la possibilità di esplorare la grotta. Questa attività può essere un’idea se siete in compagnia di ragazzi, è infatti prevista
    un’età minima per l’accesso all’escursione guidata.
  • I sentieri del Bosco d’Alcamo in cui si trova anche un parco avventura.
  •  Il Parco avventura di Erice, situato proprio ai piedi del suggestivo omonimo borgo medievale, vicino al centro di Trapani.

BORGO MEDIEVALE di ERICE
Quale bambino non ha mai sognato di entrare in un castello, di essere un principe o una principessa? Per accontentarli andate in cima al monte Erice, lì i bambini potranno sentirsi come in una fiaba, passeggiando tra i vicoli di un antico borgo medievale incantato. Questo è uno tra i più belli d’Italia, che con le sue stradine tortuose, le torri, il castello e l’atmosfera magica, stupirà non solo i piccoli viaggiatori ma tutta la famiglia!

PISTACCHIETO di BRONTE
Bronte è conosciuta al mondo come la città del pistacchio. Sarebbe un vero peccato lasciare la Sicilia senza una sosta in questa zona. E’ possibile visitare un vero e proprio  Pistacchieto con i bambini  per scoprire le fasi di lavorazione di questo prodotto, chiamato anche “oro verde”. Così imparerete la storia del pistacchio e della sua lavorazione, assaggerete creme, torte, torroni, pesto, tutti realizzati con i pistacchi. Dopo la visita alla scoperta della storia del pistacchio, affronterete un trekking tranquillo e alla portata di tutti per scoprire le pendici dell’Etna con i bambini.

 

La VALLE dei TEMPLI

Ad Agrigento, per chi si sente un giovane esploratore e vuole immergersi nella storia, non può mancare la visita alla Valle dei Templi.
E’ un parco archeologico della Sicilia, caratterizzato dal fatto che si è conservato nel tempo e dalla presenza di numerosi templi che testimoniano la presenza dei Greci in Sicilia. Tra miti e leggende i più piccoli potranno visitarli attraverso delle visite guidate, consigliamo il tempio di Hera, moglie di Zeus, per poi raggiungere il tempio della Concordia, il tempio di Ercole, quello di Zeus con i suoi giganti enormi che oggi sembrano addormentati, ed infine il santuario di Demetra e Persefone.

Log In

Inserisci il nome utente o l'email

Social

Altre storie
Deyrolle x Petit Bateau – «Una passeggiata insieme nel Bosco»