Clicca qui per guardare nuovo il numero di Oplà

VOLA, CAMPIONE

A soli 11 anni Gabriele Zavatteri ha raggiunto traguardi di tutto rispetto: primo al campionato Italiano giovanile FIV di tavole a vela a Viareggio. E’ il baby surfista da tenere d’occhio!

Di: Laura Bercioux

Vento e onde! Questa è la sfida per uno sport molto amato nel mondo, il windsurf, disciplina olimpica dal 1984. Il brivido di planare sulle onde attrae soprattutto i giovanissimi, ed ecco che a Palermo abbiamo il neo Campione Italiano Giovanile FIV delle tavole a vela. A vincere il titolo nazionale a Viareggio è Gabriele Zavatteri, 11 anni, che gareggia per il Circolo Canottieri Roggero di Lauria. Ma perché i windsurf è uno sport tanto amato dai ragazzi? Oplà ha incontrato il giovane talento.

Gabriele come ti sei sentito quando sei salito sul podio del vincitore?
Certamente molto felice e soddisfatto perchè mi sono allenato tutto l’anno con costanza e sono riuscito a raggiungere il mio obiettivo.

Come ti prepari per queste competizioni?

Spesso mi alleno 3 volte alla settimana d’inverno e 5 in estate. Gli allenatori posizionano le boe e mi montano dei percorsi simulando le regate.

Qual è il momento più difficile della gara?

Quando mi rendo conto che ci sono tanti concorrenti da sfidare e non ci sono le condizioni di vento maggiore che io preferisco.

Ti piacerebbe scendere in campo in America?

Certo! A Miami negli Stati Uniti, ma mi piace anche tantissimo gareggiare sul lago di Garda.

Come ti sei avvicinato a questo sport?

Un’estate a Mondello ho iniziato con la scuola vela, ma osservavo i ragazzi più grandi andare sul windsurf ed è in quel momento che è nata la mia passione.

Piccoli campioni crescono. A Palermo, città di mare, di sole e di vento. Forza Gabriele! Facci sognare. Le Olimpiadi ti aspettano. Buon vento!
Ps: dimenticavamo di dirvi che Gabriele è anche un ottimo studente e suona benissimo la chitarra elettrica, insomma è davvero un vero talento.

Log In

Inserisci il nome utente o l'email

Social

Altre storie
Intervista a Sophie Segato